Dal sé al pubblico

Una domanda molto semplice che dovremmo porci se vogliamo pubblicare una nostra “fatica” letteraria è la seguente: se il libro che io ho scritto l’avesse scritto un altro, io lo comprerei?

Una cosa molto difficile, e non solo per gli scrittori aspiranti o esordienti, è quella di porsi in una posizione “esterna” e valutare la nostra opera con occhi nuovi, con sguardo critico e obiettivo. Compito difficile, dicevo, non solo per uno scrittore, ma anche per un editore, e lungo la storia della letteratura non mancano esempi di “stroncature” di opere letterarie che poi si sono rivelate dei capolavori. L’esempio principe è sicuramente il primo giudizio sulla Recherche di Proust:

Sono forse un po’ limitato ma non sono in grado di capire perché bisognerebbe dedicare trenta pagine a raccontare come qualcuno si gira e si rigira nel letto senza riuscire a trovare sonno.

Ma l’elenco potrebbe continuare con Moby Dick di Melville, Madame Bovary di Flaubert, la Fattoria degli animali di George Orwell e il Diario di Anna Frank:

Questa ragazzina non si rende conto minimamente che il suo libro è poco più che un oggetto curioso.

Cosa dovrebbe fare quindi l’aspirante scrittore? Fidarsi di sé o fidarsi degli altri? Se siete convinti fino in fondo del vostro lavoro continuate sulla vostra strada e non date troppa importanza alle critiche e ai giudizi, ma sappiate che essi sono spesso utili e sono il primo confronto con il vasto pubblico. Il mio consiglio, pertanto, è di far leggere la vostra opera a quante più persone potete – che ovviamente abbiano la possibilità e la voglia di leggere i vostri scritti – e di confrontarvi con i loro giudizi e le loro critiche. Sono spesso le critiche aspre e dirette le maggiori portatrici di consigli e idee.

Questa voce è stata pubblicata in Scrivere e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Dal sé al pubblico

  1. lordbad ha detto:

    Mi piace il post! Inoltre cogliamo l’occasione per fare gli auguri di Buona Pasqua…Conigliosa….!!!

    Spero avrai modo di ricambiare la visita sul nostro blog Vongole & Merluzzi!

    Ricorda: il Grande Coniglio ci ama!

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/04/24/il-grande-coniglio/

  2. scriviunlibro ha detto:

    Grazie dei complimenti lordbad, e complimenti per il vostro blog molto originale e pieno di simpatia. Questa notte non dormirò assillato dalla “conigliosa” domanda… sono vongola o merluzzo?😉
    A presto,
    Davide

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...