Anatomia dei caratteri

L’origine dei caratteri da stampa deriva, come penso sappiate, dagli antichi caratteri lapidari romani. Con i secoli i caratteri sono via via cresciuti in numero e mutati nelle forme, ma la definizione di alcuni tratti è rimasta invariata. In questo brevissimo post, che ha uno scopo meramente didattico, vi illustrerò alcuni nomi dei singoli tratti dei vari caratteri.

Potete notare come il maiuscolo abbia un’altezza sempre uguale – salvo rare eccezioni. Il minuscolo invece ha un andamento altalenante dovuto alla presenza di lettere ascendenti (b, d, f, ecc.) e discendenti (p, q, j, ecc.). Le lettere mediane seguono invece l’occhio medio del carattere.

anatomia caratteri

Questa voce è stata pubblicata in Caratteri e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Anatomia dei caratteri

  1. publied ha detto:

    bell’articolo! però il corpo è quello che qui è definito occhio

  2. scriviunlibro ha detto:

    @ publied: a me non risulta, confrontandomi con vari manuali di tipografia. Forse quello che ho chiamato “occhio” sarebbe più corretto chiamarlo “occhio medio”.
    Non si finisce mai di imparare😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...