Fabula e intreccio

Si definisce fabula l’esatto ordine temporale attraverso il quale si svolgono i fatti del racconto. Con intreccio si definisce invece l’ordine con il quale lo scrittore decide di raccontare i fatti accaduti nella fabula. Un romanzo, come del resto un film, un dipinto, un fumetto, qualsiasi testo artistico, può iniziare dalla fine. Perché no? Sono sicuro che qualche esempio vi è già venuto in mente.

L’intreccio può essere lineare, con una sola storia che prosegue per tutto il testo; a incastro, sulla storia principale se ne agganciano delle altre; a storie parallele, vengono raccontate più vicende contemporaneamente che potrebbero confluire in un gran finale – ma è solo una soluzione possibile, ce ne sono molte altre che si possono sviluppare.

L’anticipare o il posticipare l’ordine della fabula può inoltre dare vita ad effetti di senso come i flashback o le premonizioni. È compito dello scrittore giocare con fabula ed intreccio per offrire al lettore interesse nella lettura e colpi di scena che rendano il romanzo avvincente ed emozionante. La bravura di uno scrittore si vede anche da questo. Si può insegnare la bravura? Forse no, ma si può insegnare – e imparare – a scrivere. Ci saranno poi scrittori più o meno bravi, ma se non si comincia ad esercitarsi, a confrontarsi, a conoscere le strutture del racconto, diventa difficile diventare bravi scrittori.

Pensate alle due strutture canoniche per un romanzo giallo:
a) il lettore conosce già all’inizio l’assassino, e ha letto/visto tutta la sequenza dell’uccisione;
b) il lettore non conosce l’assassino, si trova nella stessa situazione dell’investigatore che confronta indizi e fa ipotesi.

Quale tra queste due strade scegliere per scrivere un romanzo giallo? La risposta è soggettiva, ma è una domanda che risulta necessario porsi a chi ha intenzione di scrivere una spy story, perché questa scelta andrà ad influenzare non solo lo sviluppo narrativo ma anche la definizione dei caratteri dei personaggi e lo spazio del racconto.

Questa voce è stata pubblicata in Scrivere, Strutture narrative e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Fabula e intreccio

  1. Michela ha detto:

    Grazie🙂
    Queste cose le ho studiate a scuola, poi con gli anni me le sono dimenticate tutte.
    Ora mi piacerebbe saperle, riesumare i vecchi libri non funzionerebbe perché ho perso il filo… questo articolo, come quello sulle Funzioni di Propp e gli altri simili, sono una vera pacchia🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...