Chi racconta la storia?

Non sempre lo scrittore è il narratore della storia, che può essere raccontata da un narratore esterno, o può essere affidata a più narratori. La scelta del narratore è di fondamentale importanza per dare al racconto particolari tonalità emotive, per creare dei legami passionali con il lettore, per sottolineare il carattere del personaggio principale.

Legato al narratore è anche il punto di vista. Gli occhi di chi guarda e racconta sono interni – soggettivi – o esterni? Il narratore può distaccarsi dai fatti e raccontarli – pur dal suo punto di vista soggettivo – con più obiettività?

Tutte queste scelte determinano lo stile del testo e offrono al lettore la possibilità di immedesimarsi nel protagonista e di seguirlo con interesse durante tutto lo svolgimento della narrazione.

Decidere a che tipo di narratore dovrà essere affidato il romanzo è una scelta che va fatta con cura e attenzione. Provate a confrontarvi con altri autori, guardate che narratore hanno utlizzato e immaginatevi il vostro romanzo scritto in prima o in terza persona. Un esercizio concreto per misurare questo effetto di senso è quello di scrivere qualche pagina del vostro romanzo utilizzando due narratori diversi. Dal confronto tra i due tipi di narrazione potete decidere quello che più si adatta alla vostra opera.

Questa voce è stata pubblicata in Strutture narrative e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...