5 consigli su come scrivere il titolo di un libro

Come scrivere il titolo di un libroDopo avervi parlato di Occhiello, Titolo e Sommario di un Libro , vogliamo concentrarci su uno solo di questi aspetti, per la precisione su come scrivere il titolo di un libro. L’argomento è senza dubbio affascinanti e lascia spazio a mille discussioni e teorie. Il titolo viene infatti considerato, a torto o a ragione, come l’elemento più importante di un intero progetto editoriale, la scintilla in grado di accendere la curiosità del lettore e indurlo all’acquisto. A volte è davvero così e basta leggere le poche parole stampate in copertina per sentire, se non altro, la voglia di aprire la prima pagina. Capire come scrivere il titolo di un libro (o di una raccolta di racconti o poesie) diventa quindi prioritario per chiunque voglia cimentarsi con la scrittura e perché no, generare un possibile guadagno da questa attività. Vediamo quindi 5 consigli pratici per scrivere titoli efficaci.

1) LASCIA PERDERE LA SPIEGAZIONE, PUNTA ALL’EVOCAZIONE

Il titolo è la parte del libro su cui più spesso si interviene prima della stampa. Lo dimostrano alcuni capolavori famosi del passato: “Il cuoco di mare” di Robert Louis Stevenson non era altro che quello che oggi conosciamo come “L’isola del tesoro”, mentre “La balena” di Hermann Melville è diventato “Moby Dick”. Si capisce come il passaggio (in meglio) riduca i dettagli esplicativi in favore di parole che suggeriscono o evocano qualcosa (avventura, mistero, ecc). Una trasformazione che è lampante nel caso di Joseph Sinkiewicz, autore di “Giuda: una storia di Cristo”, poi intitolato – a ragione – “Ben-Hur”.

2) PAROLE CHE FUNZIONANO SEMPRE (O QUASI)

Se il tuo obiettivo è raggiungere il grande pubblico, dovresti prendere in considerazione l’ipotesi di utilizzare parole o termini da bestseller nel titolo. Tra le tante, ultimo pare funzionare alla grande, vedi “L’ultimo dei Mohicani” (“The Last of the Mohicans”) di James Fenimore Cooper o “L’ultimo giorno di un condannato a morte” (“Le Dernier Jour d’un condamné”) di Victor Hugo. Anche più è molto frequente nei titoli a grande tiratura (su tutti “Il più grande uomo scimmia del Pleistocene” di Roy Lewis), idem per storia (“Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”), club, misterioso, segreti, verità e altri.

3) ELIMINA IL VERBO E PUNTA ALL’ESSENZIALE

Chi l’ha detto che un titolo ha bisogno del verbo? Le azioni limitano la fantasia e potrebbero restringere il campo narrativo del romanzo. In molti libri di successo la scelta di come scrivere il titolo è stata una scelta di semplicità. “Il nome della rosa”, “Il mondo nuovo”, “Il deserto dei Tartari”, “Zazie nel metro”, “La guerra dei mondi”… tutti titoli che fanno parte della lista dei 100 libri del secolo secondo Le Monde, senza alcun verbo e con un massimo di 3 parole.

4) CREA OSSIMORI E SPIAZZA IL LETTORE

David Foster Wallace era sicuramente un maestro nello svelare al lettore la non banalità di cose ritenute assolutamente banali. Ed ecco che alcuni tra i suoi romanzi e saggi hanno per titolo ossimori o frasi ad effetto in grado di confondere e quindi incuriosire il lettore distratto. Un esempio è il magistrale “Una cosa divertente che non farò mai più”, dove l’autore racconta la sua esperienza in crociera, archetipo dello svago e della spensieratezza… o almeno così dovrebbe essere.

5) “ROMANZO”, “RACCONTI”, “POESIE” NEL TITOLO

Il romanzo del… i racconti di… le poesie per… quante volte siamo stati attratti da un libro il cui titolo dichiarava già il contenuto, o meglio, la tipologia di narrazione affrontata. Pensiamo tra i tanti a “Il grande romanzo americano” di Roth Philip, o ai “Racconti di Pietroburgo” di Gogol’ Nikolaj, o ancora alle “Poesie in forma di rosa” di Pier Paolo Pasolini. Questi e altri titoli rappresentano alternative solo in apparenza scontate ma non di meno capaci di fare breccia nella mente e nel cuore del lettore. Non ci resta che augurarvi buon lavoro!

Richiedi subito un preventivo per la stampa del tuo libro!

I libri pubblicati con il nostro servizio di stampa

Questa voce è stata pubblicata in Scrivere. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...